Il massimo capolavoro: Missione  Terra


[immagine]
In aggiunta ai 1,2 milioni di parole del manoscritto di Missione Terra, L. Ron Hubbard ha scritto di proprio pugno più di 1.500 pagine di appunti, nei quali ha delineato un abbozzo di ogni capitolo, di ogni personaggio e di una quantità di informazioni tecniche di rilievo.

  C

ONTRARIAMENTE A QUANTO DICHIARATO inizialmente da numerosi critici, Battaglia per la Terra non fu il massimo capolavoro di L. Ron Hubbard. Piuttosto, tale onore è generalmente riservato a quella che, tra le ultime opere di Ron, viene subito dopo, ovvero la serie in dieci volumi (per un totale di 1.200.000 parole) Missione Terra. Riuscire a produrre una tale quantità di parole nello spazio di dodici mesi è un’altra di quelle leggendarie imprese letterarie, più o meno come le frasi perfette che dettava l’ultimo Henry James o come i manoscritti autografi, praticamente impeccabili, stesi dall’ultimo Charles Dickens. Comunque sia, il tasso di produzione di Ron, anche preso in considerazione da solo, è sbalorditivo e di fatto supera la leggendaria velocità con cui egli scriveva ai tempi d’oro dei pulp. Ed è ancora più impressionante se si pensa all’avvicendarsi delle macchine da scrivere meccaniche Underwood: mentre una era in riparazione, Ron consumava rapidamente l’altra e poi la sostituiva.

     Anche in questo caso abbiamo montagne di appunti preliminari che rivelano la presenza di uno schema elaborato dietro a ciò che sembra costruito con tanta scioltezza: ogni capitolo è delineato con cura, ogni personaggio è abbozzato chiaramente. L’intera opera è la storia, splendidamente elaborata, di un cortese e baldanzoso ingegnere da combattimento, appartenente alla flotta del pianeta Voltar, il quale deve lottare contro un efferato capo dei servizi segreti per salvare l’ignara Terra e impedire il sovvertimento di Voltar stesso. La narrazione consiste in una confessione – a fatto compiuto – da parte di Soltan Gris, ex dirigente del Coordinamento Informativo Aggregato (CIA) e impiega un punto di vista particolarmente perverso. Gris ha fatto impiantare nell’intrepido ingegnere da combattimento Jettero Heller un videotrasmettitore che gli permette di vedere e sentire tutte le esperienze che vive il nostro eroe. Ciò che segue è un giudizio assolutamente pungente e ironico di un eroe ben intenzionato e capace, quando Soltan Gris insiste a farci considerare Heller un sempliciotto senza speranza tra feroci e astuti agenti segreti della CIA... anche quando Heller la fa in barba a tutti loro con disinvoltura.

Il massimo capolavoro: Missione Terra continua...

PrecedenteNavigation BarSuccessivo

| Precedente | Glossario | Indice | Successivo |
| Questionario | Sito di Riferimento | Libreria | Prima Pagina |


L. Ron Hubbard, L'Écrivain | L. Ron Hubbard, Lo scrittore
L. Ronald Hubbard, El escritor | L. Ron Hubbard, Der Schriftsteller
L. Ron Hubbard, The Writer

Contact Us
© 1998-2004 Church of Scientology International. Tutti i diritti riservati.

Per informazioni sui marchi d'impresa


Bookstore Content Home Page